Estate

Estate

sabato 26 luglio 2014

Bottino all'antiquariato

Buon sabato a tutte, come state? Immagino molte di voi alle prese con il maltempo, anche qui da me è un susseguirsi di temporali, oggi pomeriggio è uscito il sole, ma era da ieri sera che pioveva ininterrottamente. Come sapete io non mi lamento, però è strano pensare che si sia a fine luglio, oggi ho pranzato con addosso calze e maglia dalle maniche lunghe! La settimana appena passata mi ha di nuovo vista nelle Marche, vi ho già detto di avere amici di lunghissima data, e questa volta sono andata a trovarli con mio papà, avrei voluto passare per farvi un saluto, ma il tempo è stato tiranno. Anche lì il tempo non è stato dei migliori (e non vi dico i problemi legati al turismo), però tra una mangiata e una chiacchierata il tempo è comunque volato. Il giorno prima del ritorno casualmente sono capitata in un mercatino dell'antiquariato (che adoro) e secondo voi posso esserne uscita senza fare danni?! Ovviamente no. Ecco il mio bottino.
Si tratta di una vecchia rivista di ricamo datata 1930. Poi.
Un romanzo di Jane Austen in lingua originale. Come molte di voi sanno io ho un pessimo (ad essere ottimiste) rapporto con l'inglese, allore direte voi cosa l'hai comprato a fare visto che non è nemmeno una copia ricercata? Ecco svelato l'arcano. Da diverso tempo come molte di voi vedo in rete lavori molto carini realizzati con le pagine dei libri o spartiti musicali e ho provato anch'io a cimentarmi, ma ora di strappare la pagina per ritagliarla...bé non ce l'ho fatta :( Anche se si tratta di libri vecchi o che non mi piacciono, non riesco proprio a distruggerli, così per la modica somma di 1 euro mi sono accaparrata questo libro per cui non avrò nessuna remora a strappare le pagine!!!! Dulcis in fundoun po' di stoffa.
Si tratta di una taglio molto grande di un vecchio tessuto per lenzuola, un misto di lino e canapa, ruvido e irregolare, portato via per pochi euro, di tessuto simile ne ho in una vecchia valigia appartenuta a mia nonna, ma come sopra non lo userei mai per pasticciare con ago e filo. Un ultimo acquisto, però già fatto vicino a casa è questa stoffa.
Mi piaceva il tessuto a fiorellini, romantico e delicato. Con questo chiudo questo post, questa sera ho in programma di lavorare un po' sperando di farvi vedere qualche lavoro al più presto. A presto Lara P.s. una domanda... a metà agosto partirò per una breve vacanza in Belgio, le classiche mete Bruxelles, Anversa Bruges, Gant, qualcuna di coi c'è stata e mi sa dire se trovo negozi di lana e/o hobbistica? Grazie

2 commenti:

Tatina Fairy ha detto...

bellissime compere!!!
le stoffe sono deliziose..
il libro davvero anche per me sono come degli oggetti sacri, quindi mi piangerebbe il cuore..
ma appena fai il lavoretto postalo così vedo un po'.. io non ho il coraggio :-)
un abbraccio
Paola

Gabri Ercole ha detto...

Ciaooo ma che bel bottino hai fatto al mercatino...chissà quante belle cosette creative realizzerai!!oh no io adooooooro Jane Austen...devi leggerlo quel libro anche in italiano!!!che bello una vacanza in belgio...sono certa che troverai tanti bei merletti e stoffe li!!bacioni e buona settimana!!